Crea sito

About

Posts by :

Eruttano contemporaneamente sette vulcani in sei paesi diversi

Eruttano contemporaneamente sette vulcani in sei paesi diversi

Giappone, Messico, Indonesia, Guatemala, Isole Vanuatu ed Italia!

Ben sette vulcani eruttano uno dopo l’altro nel mondo, sicuramente quello più “particolare” si trova nell’Oceano Pacifico dove dalla catena vulcanica Giapponese di Izu è nata una nuova isola vulcanica frutto di un eruzione di un vulcano che si trova proprio a pelo dell’acqua, questa isola è larga 200 metri ed alta 20, ed un vulcanologo della guardia costiera giapponese dice: “Se l’attività del vulcano cessasse l’isola sarebbe sommersa dal mare ed erosa nel tempo, ma altrimenti potrebbe anche restare in modo permanente”. Settimila miglia più a est in Messico è in attività il vulcano Colima che ha originato una fortissima eruzione con una nuve di cenere alta 2 migliai ed il brontolio del vulcano si sente per decine di chilometri! Nella foto a lato possiamo vedere la nuova piccola isola vulcanica in Giappone

In Indonesia stanno attualmente eruttando due vulcani, fra cui ilMonte Sinabung, che ha causato l’evacuazione di migliaia di persone a causa della cenere che copre i villaggi con danni per milioni di dollari alle coltivazioni degli agricoltori. Sempre in Indonesia il Vulcano Merapi, attività meno intensa del Sinabung, ricordiamo che nel 2000 ci fu una violentissima eruzione dal Merapi che fece decine di vittime. Nelle Isole Vanuatu desta preoccupazione lo Yasur per una possibile forte eruzione anche se attualmente si limita a piccoli parossismi con la cenere che cade sui villaggi nelle vicinanze. In Guatemala troviamo il“Vulcano de Fuego“, mentre non possiamo scordare il “nostro”Etna il quale è in azione da più di un mese ormai e proprio oggi ha iniziato una violentissima attività esplosiva!

http://www.centrometeoitaliano.it/eruttano-contemporaneamente-sette-vulcani-in-sei-paesi-diversi-5384/imagesvulcani 1 vulcani 2 vulcani 3 vulcani 4

Rosalinda Celentano e Simona Borioni: “Ci amiamo e vogliamo sposarci. In Italia”

Rosalinda Celentano e Simona Borioni: “Ci amiamo e vogliamo sposarci. In Italia”

Su Vanity Fair le due attrici italiane raccontano la loro bellissima, ventennale storia d’amore. E lanciano un invito a Papa Francesco…

Non lo avevano mai negato apertamente. Ma ora sono uscite allo scoperto. E l’hanno fatto suVanity Fair in edicola questa settimana. Rosalinda Celentano e Simona Borioni si amano,sono una coppia, vogliono sposarsi.

Lei, Rosalinda, è la figlia di Adriano Celentano e Claudia Mori, attrice, cantante, androgina e bellissima. Lei, Simona, attrice, altrettanto bella e intensa, sprigiona una femminilità elegante. Si sono conosciute vent’anni fa e hanno capito subito di essere fatte l’una per l’altra. Ma la vita e le incertezze della ragione le hanno fatte allontanare per molto tempo.

Alla fine, però, si sono ritrovate e ora sono una coppia felice, che per la prima volta decide di raccontare tutta la propria storia per un motivo importante: “Perché anche solo un ragazzino gay decida di non uccidersi”.
L’intervista a due voci è emozionante, sognante. La storia d’amore, bellissima, che raccontano è quella di due esseri umani che erano destinati a stare insieme e che si sono completati a vicenda.

Naturalmente, non sono state tutte rose e fiori. Simona ha dovuto inizialmente combattere con se stessa per accettare di essere attratta da una donna. Ed entrambe hanno avuto problemi a fare capire la situazione ai loro genitori. Mentre Samuele, il figlio di Simona, è felice e affezionato a Rosalinda, e vorrebbe che loro si sposassero.
Nei loro sogni infatti c’è anche il matrimonio: “Vorremmo farlo in Italia. Una festa con gli amici, a piedi nudi, al mare. Spediremo il primo invito a Papa Francesco”.
Congratulazioni, ragazze!

http://gay.tv/news/attualita/rosalinda-celentano-simona-borioni-vogliamo-sposarci/

596x373_20221_Rosalinda-Celentano-Simona-Borioni-Vanity-Fair

Meteo/ Lunedì arriva ‘Attila’, temperature giù di 10 gradi

Meteo/ Lunedì arriva ‘Attila’, temperature giù di 10 gradi

Dopo Cleopatra arriva Attila: un nucleo di aria gelida di estrazione artica, infatti, si sta preparando a invadere l’Italia. Da lunedì abbassamento delle temperature di almeno 10-12 gradi. Si andrà dai -4 gradi in pianura al nord a 0 gradi al centro in pianura. Previste nevicate lungo le coste adriatiche dalle Marche alla Puglia.

Dopo Cleopatra, il ciclone mediterraneo che continuera’ a flagellare l’Italia fino a domenica, arriva Attila. Un nucleo di aria gelida di estrazione artica, infatti, si sta preparando ad invadere l’Italia. Antonio Sano’, direttore del portale ilmeteo.it avverte che intanto un fronte temporalesco dalla Sardegna e mar Tirreno sta colpendo la Campania, diretto verso la Puglia e la Lucania. Nel pomeriggio e in serata il tempo subira’ un nuovo netto peggioramento a causa del ciclone ‘Cleopatra’ che sta coinvolgendo tutto il centro-sud, in particolare Sardegna e Sicilia, e il nord-est con neve prevista a 600 metri al nord e 900 al centro.Temporali si riverseranno su Sardegna, Campania e Sicilia. Sabato Cleopatra dara’ il colpo finale al Mediterraneo, innescando un nuovo episodio di maltempo generalizzato, questa volta piu’ marcato sull’Emilia Romagna, con neve a 600 metri. Domenica le piogge si abbatteranno sul nord-est con neve a 700 metri. Temporali interesseranno la Campania, le isole maggiori, mentre peggiorera’ la situazione sulle regioni adriatiche esposte ai venti. Da lunedi’ arriva Attila, un nucleo gelido, una vera e propria invasione di aria artica che causera’ un abbassamento delle temperature di almeno 10-12 gradi. Si andra’ dai -4 gradi in pianura al nord a 0 gradi al centro in pianura. Previste nevicate lungo le coste adriatiche dalle Marche alla Puglia.

http://www.affaritaliani.it/cronache/meteo-luned-arriva-attila-temperature-gi-di-10-gradi.html286936_gelo italia

Mostro marino trovato in Vietnam

Mostro marino trovato in Vietnam

Stupore in Vietnam, dove è stata trovata la carcassa di una sorta di mostro marino. Secondo molti si potrebbe trattare di un corpo alieno o il risultato di un esperimento nucleare finito male. Una sorta di mutazione genetica sfuggita di mano agli scienziati. In realtà, guardando bene uno dei filmati che stanno girando in rete, il mostro caricato su un camion sembrerebbe una balena. Il mistero rimane, come ha fatto una balena a finire in una zona senza mare?

Video: http://www.youtube.com/watch?v=cF9ZYheWJPA

http://www.affaritaliani.it/cronache/mostro-misterioso-trovato-in-vietnam201113.html

moatro marinomostro marino mostro vietnam

Magnifica scoperta in Cina, il Mondo Perduto esiste per davvero

Magnifica scoperta in Cina, il Mondo Perduto esiste per davvero

Un gruppo di speleologi ha scoperto un Mondo perduto in Cina nella provincia Chongquing

Er Wang Dong, questo il suo nome, è qualcosa fuori dal Mondo che conosciamo, ci sono Stalattiti e stalagmiti alte come palazzi, un clima meteorologico tutto suo, degli spazi enormi da poter contenere le nuvole, insomma veramente da rimanere a bocca aperta. Si trova sotto la superficie ed è raggiungibile solo da intrepidi speleologi come quelli americani ed inglesi guidati da Robbie Stone, dell’università di Manchester. Nel suo interno è possibile ammirare un clima del tutto estraneo al mondo fuori, ci sono delle nuvole e banche di nebbia che si formano in totale autonomia e rendono il paesaggio fantastico. Il capo della spedizione Stone ha spiegato: “ Alcune delle grotte che fanno parte di questo sistema erano state precedentemente utilizzate dai minatori di nitrato, ma solo nelle aree più vicine all’ingresso. Mai prima di oggi questo angolo di mondo era stato esplorato nel suo insieme. Tutti i corridoi principali erano molto in profondità e non avevano mai visto la luce prima di adesso”.All’interno ci si trova davvero di tutto, da laghi di acqua dolce a caverne talmente immense da poter ospitare gli speleologi per un mese.Ben 51mila metri quadrati che ospitano fiumi, vegetazione e laghi sotterranei. DI seguito un video che mostra le cave scoperte dai ricercatori avventurieri.

http://www.centrometeoitaliano.it/magnifica-scoperta-in-cina-il-mondo-perduto-esiste-per-davvero-2403/

mondo perduto

mondo perduto cins

SALUTE, NEOPLASIE SANGUE: A L’AQUILA 90% GUARIGIONI CON STAMINALI

SALUTE, NEOPLASIE SANGUE: A L’AQUILA 90% GUARIGIONI CON STAMINALI

L’Aquila, 21 novembre 2013 – 90% di guarigioni totali per le malattie congenite e neoplastiche del sangue: e’ l’eccezionale risultato raggiunto dal servizio di immunoematologia e tipizzazione tissutale dell’ospedale san Salvatore di L’Aquila, diretto dal professore Franco Papola.

Una struttura i cui sofisticatissimi esami (validati e utilizzati in tutto il mondo) consentono di capire, tramite complesse procedure di laboratorio, se ci sono le compatibilita’ tra donatori e riceventi per effettuare i trapianti di cellule staminali emopoietiche. Sulla base degli esami, compiuti dal centro di tipizzazione aquilana, sono stati compiuti, nel 2012, 69 trapianti di cellule (di cui 5 su pazienti in eta’ pediatrica), negli ospedali di Pescara e, oltre confine regionale, nei presi’di ospedalieri di Ancona, Ascoli Piceno e Campobasso. L’unita’ di Immonematologia, infatti, e’ centro di riferimento per Abruzzo e Molise.

Lo scorso anno 413 sono stati i soggetti studiati per essere sottoposti a trapianti di cellule. Il quadro delle importanti attivita’, svolte dal centro aquilano, e’ emerso da convegno di formazione professionale, in programma oggi e domani all’ospedale di L’Aquila , 21 e 22 novembre, sala Alice Dal Brollo, (orari: ore 8.30- 12.45 e 14.30-19-00) dal titolo: “Uso clinico delle cellule staminali”, organizzato proprio dal centro di immunoematologia e tipizzazione tissutale del San salvatore.

Nel corso del dibattito didattico si e’ parlato anche del metodo Stamina, bocciato dal Ministero della Salute. “Questo metodo”, ha detto il professore Papola, “non ha basi scientifiche e ne viene chiesto l’adozione perche’, per alcune malattie, non vi sono attualmente terapie.

Pero’, dall’esame effettuato dagli esperti incaricati a livello nazionale, Stamina non ha mostrato evidenze scientifiche, cioe’ benefici per i malati anche se, sul piano umano, comprendiamo chi tenta il possibile contro malattie oggi incurabili” Il convegno di formazione di oggi e domani (riservato a medico chirurgo, biologo,tecnico sanitario laboratorio medico, infermiere), prevede la presenza di docenti di alto profilo o dell’Abruzzo proprio grazie al prestigioso ‘marchio’ la tipizzazione tissutale dell’ospedale di L’Aquila si e’ guadagnato negli anni con un lavoro di altissima qualità.

http://www.6aprile.it/featured/2013/11/21/salute-neoplasie-sangue-a-laquila-90-guarigioni-con-staminali.htmlAn Indian laboratory technician tests bl

Svelato il tesoro nascosto di Berlusconi. I segreti del Cavaliere Nero

Svelato il tesoro nascosto di Berlusconi. I segreti del Cavaliere Nero

IL LIBRO CHE SVELA IL TESORO NASCOSTO DI SILVIO BERLUSCONI

Una caccia al tesoro lunga più di vent’anni. una storia che sembra un romanzo. Grazie a una serie di documenti incontestabili, oggi conosciamo la verità. Il patrimonio nero di silvio berlusconi non ha più segreti.

IL CAVALIERE NERO – di Paolo Biondani e Carlo Porcedda (Chiarelettere editore)

Finalmente le prove. Questo libro, grazie ai documenti originali e inediti alla base della condanna definitiva di Silvio Berlusconi per frode fiscale, svela dove è nascosta la gigantesca cassaforte di denaro nero del Cavaliere. Quanti soldi contiene, come è stata creata, a cosa è servita. I magistrati del processo Mediaset (sedici su sedici), in tutti i gradi di giudizio, scrivono che Berlusconi ha immagazzinato somme immense nei più impenetrabili paradisi fiscali. Qui ci sono le prove del suo enorme patrimonio nero. I nomi delle società offshore che la sua Fininvest ha riempito per anni di fondi riservati. I contatti con avvocati, affaristi e faccendieri che lo hanno aiutato a nascondere il tesoro. Tutto scritto nei documenti, che vengono pubblicati per la prima volta. Carte ufficiali e incontestabili, a partire dalle quali gli autori raccontano un’avventura incredibile, che si legge come un romanzo e che ha impegnato per anni magistrati e investigatori, tra mille ostacoli, archivi che spariscono, testimoni corrotti, personaggi da film come, tra gli altri, l’intoccabile Frank Agrama. Questa non è la storia di un evasore, è molto di più. È il racconto finalmente definitivo di un sistema illegale che ha condizionato un intero paese e arricchito una sola famiglia, quella di Silvio Berlus

berlusconi-cieco

coni. Il finale è ancora una volta tutto suo: la più grande caccia al tesoro dell’ultimo ventennio l’ha stravinta lui. Il Cavaliere nero.

ESTRATTO DAL LIBRO “IL CAVALIERE NERO”

(per gentile concessione di Chiarelettere)

Questo libro, grazie ai documenti originali che sono alla base della condanna definitiva, svela come è stata creata la sua gigantesca cassaforte di denaro nero, a cosa è servita, dov’è nascosta. Silvio Berlusconi ha immagazzinato somme immense nei più impenetrabili paradisi fiscali, in quegli stati e staterelli dove non esistono controlli di legalità né regole di trasparenza. Qui ci sono le prove. Le cifre del suo enorme patrimonio nero. I contatti con avvocati, affaristi e faccendieri che lo hanno aiutato a nascondere il tesoro. Le decine di società offshore che la sua Fininvest ha riempito per anni di fondi riservati. Le testimonianze di chi ha seguito da vicino il nascere di quelle fortune sommerse. È tutto scritto nelle carte, inedite, che vengono pubblicate per la prima volta nell’Appendice di questo libro. Sono documenti ufficiali, autentici, incontestabili, che raccontano la storia della grande caccia che ha impegnato per vent’anni i magistrati e i loro migliori investigatori, tra mille ostacoli e manovre difensive, archivi che spariscono, testimoni corrotti, leggi vergogna e continui attacchi alla giustizia.

Il processo Mediaset, che ha portato alla prima, storica condanna dell’imputato Berlusconi, è come un filo d’Arianna che unisce tante vicende in apparenza isolate e scollegate, superate e rimosse. È il filo che conduce fuori da un labirinto che si voleva senza uscita. La strada da seguire è disegnata da una traccia: quella lasciata dai soldi. Nel regno di Berlusconi è il denaro che spiega tutto. Il successo negli affari. La nascita delle televisioni. L’ingresso in politica. I continui guai giudiziari. La sua è una grande storia di denaro lecito e illecito. Per capire cosa è successo veramente nelle nostre aule di giustizia negli ultimi vent’anni bisogna mettere da parte codici, cavilli, procedure, e concentrarsi sull’essenziale. C’è un signore molto potente che nasconde all’estero montagne di denaro con cui fa quello che vuole, perché non l’ha mai dichiarato, quindi non ci paga le tasse. Inchieste e processi, sentenze e ordinanze, sono le tappe della lunga e faticosa caccia al tesoro. Disperso in mille rivoli finanziari, spostato nei paradisi fiscali di mezzo mondo per sfuggire alle indagini, il patrimonio nero di Berlusconi è tuttora nascosto dove solo lui può arrivare. Nessuna autorità è mai riuscita a sequestrargli un solo centesimo. Così, dopo vent’anni di proclami contro le presunte toghe rosse, il finale della storia è ancora una volta tutto suo: la più grande caccia al tesoro dell’ultimo ventennio l’ha stravinta lui. Il Cavaliere nero.

l Gruppo B: la Fininvest segreta – La lista «molto riservata» delle «società Fininvest del Gruppo B», sequestrata dalla polizia inglese, il 16 aprile 1996, nello studio dell’avvocato Mills. Sono 28 offshore che il gruppo di Berlusconi aveva sempre definito estranee alla Fininvest. In realtà, come ammette anche l’avvocato Mills già nel dicembre ’96, sono «società non ufficiali della stessa Fininvest»: le casseforti estere che custodiscono il nero aziendale

http://www.affaritaliani.it/cronache/il-cavaliere-nero221113.html

senza-titolo-199

il-cavaliere-nero_biondani-porcedda

Oregon (USA): una meteora cade vicino Portland – le immagini

Oregon (USA): una meteora cade vicino Portland – le immagini

Un oggetto infuocato sarebbe caduto nei pressi di Clackamas, nella periferia della città di Portland in Oregon (USA). A fotografare i momenti della caduta del bolide di fuoco è stato il fotoreporter Mike Warner che ha visto il bolide di fuoco verso le ore 06:30 di mattina a est di Portland. Il meteorologo Mary Loos, ha trascorso la giornata a parlare con gli esperti su ciò che potrebbe essere caduto nelle vicinanze di Clackamas. metora portland 1

Secondo il Comando Strategico degli Stati Uniti, oggetti artificiali sono rientrati nell’atmosfera nella nostra zona Mercoledì scorso, il che esclude la possibilità che alcuni frammenti di spazzatura spaziale sono caduti ieri 21 Novembre.

Jim Todd del Planetarium alla OMSI, è abbastanza sicuro che si trattava di una meteora ma esclude che questa non proveniva dalla cometa ISON, che sta percorrendo la sua rotta verso il Sole. Ma allora ci si chiede, come mai tutte queste meteore stanno cadendo sul nostro pianeta? Alcuni scienziati della NASA e del centro spaziale russo sanno bene che una forza misteriosa gravitazionale (Nibiru) sta influenzando la Nube di Oort, spingendo verso l’interno del nostro sistema solare, comete, asteroidi e meteore.

meteora portland

http://www.segnidalcielo.it/2013/11/21/oregon-usa-una-meteora-cade-vicino-portland-le-immagini/

Lavoro, aziende a caccia di over 50

Lavoro, aziende a caccia di over 50

 

lavoratori over 50

In un mercato del lavoro in cui il tasso di disoccupazione continua a salire, le aziende che hanno posizioni aperte vanno alla ricerca di professionalità dai cinquant’anni in su con competenze ed esperienze già consolidate. In alcuni casi si punta decisamente meno al potenziale dei candidati e ci si focalizza su quelle che sono le loro competenze reali. I motivi sono da legare all’attuale situazione di incertezza economica che porta inevitabilmente molte aziende ad andare incontro ad un’esigenza primaria: raggiungere risultati immediati ed obiettivi di breve periodo.

E’ quanto risulta dall’Osservatorio di Michael Page, società specializzata nel recruitment di middle e top manager. Mettendo a confronto il periodo Gennaio 2007-Agosto 2008 (periodo immediatamente precedente all’inizio della crisi nel mercato del lavoro) con quello attuale, ben più difficile e negativo, compreso tra gennaio 2012 e agosto 2013, gli inserimenti lavorativi degli Over 50 sono cresciuti del 172%, di cui uomini per il 66% e donne per il 34%. I contratti di lavoro risultano essere per il 67% a tempo indeterminato e per il restante 33% a tempo determinato.

Fino a quando perdurerà una situazione di incertezza economica, le probabilità che le aziende continuino a confermare questo trend per ottimizzare tempo e risorse economiche sono alte. Hanno, infatti, poco tempo e poche risorse da dedicare alla formazione di nuove professionalità. L’ultracinquantenne, quindi, si preferisce alle risorse più giovani. O meglio, si privilegia l’esperienza consolidata. Spesso e volentieri si tratta di un profilo chiamato a svolgere in azienda le funzioni di due o tre figure professionali” spiega Simone Turola, Executive Director in Michael Page. “Oltre al conseguimento di obiettivi di breve periodo, tra i motivi principali che hanno contribuito ad aumentare gli inserimenti lavorativi di tali profili vi sono: la crescita del tasso di disoccupazione di persone che hanno raggiunto o superato i 50 anni e che si rendono disponibili sul mercato per maturare gli anni che mancano all’età pensionabile; la possibilità per le aziende di inserire figure manageriali con esperienza e spesso a retribuzioni più contenute rispetto alla media”.

Tra i settori in cui si concentra la richiesta di persone non più giovanissime dal punto di vista professionale spiccano: Finance, Sales, Engineering, Healthcare, Property & Construction, It.

I ruoli ricoperti, per esempio, nei settori della finanza, del commerciale e in quello dell’ingegneria sono per lo più:Responsabili amministrativi, Responsabili vendite e Direttori  Tecnici. La tipologia di attività aziendale in cui tali figure vengono inserite è più legata ai Servizi e al Largo Consumo; il 60% sono piccole e medie imprese e il 40% multinazionali.

Tra le motivazioni che hanno generato questa tendenza vi sono:
• il prolungamento della vita lavorativa con l’aumento dell’età pensionabile;

• la crescita del tasso di disoccupazione di ultracinquantenni che, quindi, sono disponibili a valutare opportunità professionali (quasi al pari di una persona più giovane), al fine di poter maturare gli anni necessari al raggiungimento dell’età pensionabile;

• la maggiore flessibilità da parte degli Over 50 a prendere in considerazione cambi di posizione lavorativa in età professionale avanzata;

• la valutazione, in primo luogo, da parte delle aziende di competenze reali e poi del potenziale dei candidati, allo scopo di avere risultati aziendali immediati e raggiungere obiettivi di breve periodo;

 una maggiore flessibilità da parte dei profili manageriali a rivedere le proprie richieste retributive con la conseguenza di costi più contenuti per le aziende;

• una maggiore apertura rispetto al passato a ricevere candidature di persone con un’età superiore ai 50 anni.

http://www.affaritaliani.it/economia/lavoro-over-50-assunzioni201113.html

Freddo invernale in arrivo dal 26 Novembre

Freddo invernale in arrivo dal 26 Novembre

 

Possibile intensa ondata fredda sull’Italia attorno al 26 Novembre 2013, sensibile calo termico con freddo invernale su tutta la Penisola?

freddo

 

Sull’Italia l’Autunno sta facendo sul serio con frequenti fasi di maltempo e condizioni a tratti purtroppo anche alluvionali, come nel caso della Sardegna. Tale situazione meteo proseguirà anche nel corso dei prossimi giorni con nuove piogge ed un calo termico dovuto all’arrivo di un nucleo artico dal Nord Europa. In seguito, secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici, potrebbe essere il primo vero intenso freddo invernale a raggiungere la nostra Penisola da Nord-Est.

La neve giungerà tra Giovedì e Venerdì 22 Novembre 2013 per la prima volta fino a bassa quota sulle Regioni di Nordovest, in seguito alla discesa di un nucleo artico dal Nord Europa. Il nuovo vortice ciclonico andrà ad alimentare ulteriormente la lacuna barica sul Mediterraneo centrale, mentre l’anticiclone delle Azzorre tenderà a rinforzarsi nuovamente sul Vicino Atlantico. Un’espansione dell’anticiclone oceanico verso la Gran Bretagna è attesa nel fine settimana, toccando valori barici fino a 1040 hPa tra Lunedì e Martedì 26 Novembre 2013. Masse d’aria molto fredde, in tal caso, verranno guidate dalla Scandinavia e Russia settentrionale verso l’Europa Centro-Orientale. Lacuna barica che fungerà da “calamita”, con l’irruzione fredda che riuscirà a raggiungere Balcani e gran parte del Mediterraneo centro-orientale.

Italia: al momento sulla nostra Penisola è atteso solo un brusco calo termico a partire dal 26 Novembre 2013, con temperatureche scenderanno al di sotto delle medie del periodo. I fenomeni risulteranno piuttosto scarsi e per lo più relegati a parte del Sud Italia, complice una direzione al momento troppo Sudorientale dell’irruzione fredda. Data la distanza temporale ancora considerevole.

http://www.centrometeoitaliano.it/freddo-invernale-italia-dal-26-novembre-2013/