Crea sito

About

Posts by :

Unicef, ogni anno 3 mln bambini muoiono per malnutrizione Natale Unicef 2013, una campagna per la nutrizione terapeutica

Ogni giorno 18 mila bambini sotto i cinque anni nel mondo muoiono per cause prevenibili. Circa la metà di queste morti – circa 3 milioni in totale ogni anno – sono legate a malattie comuni che la malnutrizione rende letali. Non necessariamente si muore di fame per mancanza di cibo; molto spesso invece per il protrarsi di una dieta povera, scarsamente proteica, priva di vitamine e micronutrienti essenziali. In un bambino piccolo, soprattutto nei primi mille giorni di vita considerati cruciali per la sua sopravvivenza e il suo sviluppo, l’assenza di una corretta nutrizione si trasforma in malnutrizione. Se a questa, non curata adeguatamente, si unisce una malattia tipica dell’infanzia o un’infezione, il rischio di morte aumenta in modo esponenziale.

Per questo Natale, l’Unicef lancia una campagna dal titolo ‘IL CENONE DI NATALE PIU’ GRANDE DEL MONDO’ in cui chiede di sostenere i progetti per la fornitura di alimenti terapeutici salvavita per bambini ed adolescenti. La nutrizione terapeutica di emergenza si basa sulla somministrazione di un alimento pronto all’uso (il RUTF, ‘ready to use therapeutic food’). Si tratta di bustine contenenti, fra l’altro, composto di farina di arachidi, zucchero, grassi vegetali, acido folico, sali minerali, vitamine. Una confezione da 92 grammi fornisce circa 500 calorie. I bambini possono succhiarlo direttamente dalla confezione evitando di toccarlo con le mani sporche. Attraverso questo alimento, l’Unicef riesce a curare i bambini dalla malnutrizione cronica.

http://ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2013/12/19/Ogni-anno-tre-milioni-bambini-muoiono-malnutrizione_9805350.html

“Violenza su un atleta”. In sette a processo

Due allenatori e cinque giocatori della formazione di football americano Islanders di Venezia sono stati tutti rinviati a giudizio nell’udienza in calendario il 5 febbraio. Si tratta diviolenza sessuale di gruppo per l’accusa. “Atti goliardici” per la difesa.Secondo l’imputazione formulata dal pm del tribunale di Venezia Lucia D’Alessandro il gruppo avrebbe abusato di un giocatore 23enne sul pullman che riconduceva la squadra a casa dopo una trasferta a Venezia nel giugno del 2011.

Per i difensori degli imputati, come spiega il Gazzettino, si trattò di “atti goliardici” come una sorta di rito iniziatorio per l’atleta appena arrivato in squadra. L’accusa parla invece chiaramente di abusi sessuali. Lo stesso giovane giocatore, che si è costituito parte civile chiedendo un risarcimento di un milione di euro, avrebbe subito uno choc psicologico tale da entrare in terapia e sarebbe stato costretto ad abbandonare la facoltà universitaria dov’era iscritto.

http://www.affaritaliani.it/cronache/football-violentato241213.html

Colpo di Lapo Elkann: porta in Italia “Nymphomaniac”

Il film scandalo “Nymphomaniac” arriverà anche in Italia (uscirà invece il 25 dicembre in Danimarca). La pellicola di Lars Von Trier che ha tanto fatto parlare di se in questi mesi sarà distribuita nei nostri cinema dalla Good Films, società posseduta per il 30% da Lapo Elkann (e presieduta dalla sorella Ginevra).

Una scelta molto coraggiosa, non solo perchè spaccherà l’opinione pubblica tra chi voleva vietare di vederlo e chi era a favore (era nata di recente anche una petizione online per portarlo nel nostroo Paese) ma anche causa di un divieto che sarà sicuramente allargato ai minori, con conseguenti incassi limitati per il distributore.

La storia ha creato un vero e proprio caos mediatico mondiale visto che racconta le vicende di una ninfomane interpretata da Charlotte Gainsbourg. Non è solo un problema di storia ma anche di scene visto che ce ne sono alcune di sesso esplicito per la cui realizzazione il celebre regista danese si è servito di attori pornografici, i cui genitali sono stati inseriti però digitalmente in scene che erano state già girate dagli altri protagonisti della pellicola.

Il cast tra l’altro è di livello: Uma Thurman, Shia LaBeouf, William Dafoe e Christian Slater tra i protagonisti. Anche in questo caso però c’è un altro scandalo: nei manifesti promozionali (vedi gallery) ciascuno di loro è stato rappresentato all’apice di un orgasmo.

Baby prostituite, si allarga l’inchiesta

L’inchiesta sul caso delle baby prostituite non accenna a fermarsi, anzi, espande ancor di più giorno dopo giorno il suo raggio di azione nel quale va a colpire. Sul registro degli indagati sono stati gia iscritti nove imputati ma spuntano nuovi nomi di clienti che avrebbero intrattenuto rapporti sessuali con le due ragazzine di 14 e 15 anni. Decine di persone dunque che avrebbero pagato fior di quattrini pur di consumare rapporti con le due minorenni e fra queste ci sarebbero molti personaggi che ricoprono importanti cariche in aziende a livello nazionale, dunque manager, imprenditori e altre persone comunque molto vicine al mondo della politica italiana. La Procura di Roma è in attesa che gli investigatori comunichino i nomi e tutti i dettagli utili per effettuare nuove iscrizioni sul registro degli indagati e pare che sul registro ci saranno molti eminenti uomini pubblici che hanno pagato per prestazioni sessuali con le adolescenti i 40 probabili nuovi indagati sono ancora in via di identificazione da parte degli inquirenti, alcuni di loro avrebbero chiamato le ragazzine e preso appuntamento ma poi accorgendosi dell’età minorile, si sono ritratti e sono andati via, altri ancora invece avrebbero proprio ‘usufruito’ dei ‘servizi’ resi dalle ragazze. Tremano dunque tutti coloro che avrebbero sborsato centinaia di euro per gli incontri sessuali con le ragazze, Azzurra e Aurora, le quali in pochi mesi, durante la loro ‘attività’ hanno ricevuto moltissime telefonate e appuntamenti in special modo da quando Marcoleni, il loro protettore, era entrato nel giro e a quel punto gli appuntamenti si erano moltiplicati a dismisura. La Procura di Roma potrebbe chiudere l’inchiesta da qui a poco sullo spaccio di cocaina e sul giro di prostituzione e concentrarsi alla fine solo sull’elenco di quelli che sono stati utenti delle due trasgressive adolescenti. 

Carla Liberatore 

Legge di stabilità, mai più affitti in contanti

Gli affitti non potranno mai più essere pagati in contanti, è quanto prevede un emendamento del PD circa la legge di stabilità e già approvato dalla commissione Bilancio della Camera. A contribuire all’approvazione dell’emendamento, è stato un asse formato dai deputati di Forza Italia unitamente a quelli del Movimento 5 Stelle e l’emendamento presentato da quest’ultimi, però respinto, prevedeva anche il taglio di investimenti al settore aeronautico a favore di programmi di bonifica di siti inquinati. Viene così rinsaldato l’automatismo, previsto dalla legge di stabilità, che dovrebbe destinare i fondi da spending review e il ritorno di capitali esteri, al taglio delle tasse che strozzano il lavoro e che dovrebbe in fin dei conti rilanciare la piccola impresa. Il presidente degli industriali, Giorgio Squinzi ha in tal proposito dichiarato: “Lavoro per un paese semplice e competitivo. A fianco della spending però abbiamo bisogno come il pane di una regulation review, di rimuovere una inutile, costosa e opaca massa di regole che rischiano di rendere vano ogni sforzo di riduzione della spesa e di rilancio della crescita. Con l’orgoglio di presidente di una comunità di combattenti, di creativi, di colleghi che non scappano davanti alle sfide, anche quella della sostenibilità. Non disperdano le loro energie. Abbandoniamo la via tutta italiana delle complicazioni”. Il ministro Fassina ha inoltre annunciato una importante novità ed è relativa ad un cospicuo finanziamento per stanziare risorse sulla questione dei lavoratori esodati. Ma Raffaele Bonanni, leader della CISL avverte: “La legge di stabilità deve varare un meccanismo serio che colleghi i soldi che si risparmiano dalla spesa deviata e dall’evasione direttamente e automaticamente per la riduzione delle tasse. Abbiamo chiesto questo al presidente del Consiglio, ci pare che voglia farlo aspettiamo che ci sia l’emendamento del governo che attesti un fatto così importante per riprendere i consumi e per considerare redditi più bassi”.

Carla Liberatore 

Metodo Stamina arriva un primo importante sì

Il caso di Noemi, bambina di 18 mesi affetta da una grave forma di malattia degenerativa ha ormai fatto il giro del mondo. Nei giorni scorsi i tribunali di L’Aquila e di Lamezia Terme hanno dato l’assenso per le cure con il metodo Stamina per Noemi e per una donna di Brescia affetta da sclerosi multipla amiotrofica. Inizia dunque così un nuovo corso di cure mediche per le quali diversi gruppi di cittadini, persone con gravi malattie e alcune associazioni per i diritti umani si battono ormai da anni. Per quanto riguarda nello specifico il caso della piccola Noemi, in precedenza il tribunale di Chieti dette ben due esiti negativi, costringendo così la famiglia della bambina a dover rinunciare a cure che invece potrebbero essere fondamentali per la crescita e il futuro della piccina. A questi due verdetti, Andrea, il papà di Noemi, si era opposto presentando un reclamo al governatore della regione Abruzzo e pochi giorni fa è arrivato finalmente il parere favorevole da parte del tribunale di L’Aquila. Noemi affetta da una terribile malattia che progressivamente le atrofizza i muscoli riducendole anche di volume la cassa toracica e impedendole di respirare, è originaria di Guardiagrele in provincia di Chieti ha vinto la sua battaglia per la vita e ora ha una grande possibilità di cura che mai era stata autorizzata prima. Di fatto ciò che impediva alla piccina e a tutte quelle persone affette da gravi malattie come la sua, era più un vizio di forma burocratico che secondo il giudice di Lamezia Terme implicava una ingiusta disparità di trattamento fra le e gli altri soggetti affetti e dunque non era stato preso in considerazione in precedenza neanche il parere dei medici, bensì soltanto un diniego pervenuto per cause di natura giurisdizionale. Ma purtroppo il caso del diniego delle cure alla piccola Noemi non è stato un fatto isolato poiché nei mesi scorsi la sospensione delle cure con metodo Stamina ha colpito anche Davide Vannoni, persona che da anni soffre della medesima malattia e il TAR del Lazio è stato costretto a sospendere la commissione del ministero della Salute che gli aveva bloccato la possibilità di cura con questo metodo. A seguito di questo episodio avvenuto nel Lazio, il ministro Lorenzin ha promesso che presto sarà insediata una nuova commissione che si occuperà di esaminare i casi relativi al metodo Stamina. Sulla questione è intervenuto anche il governatore della regione Veneto, Zaia, il quale si è detto disponibile a offrire ai malati affetti da malattie degenerative, le strutture presenti nella sua zona a patto che le richieste pervengano direttamente dal Ministero della Salute. Contraria invece a questo metodo di cura rimane la senatrice a vita Elena Cattaneo la quale sostiene che l’unica sperimentazione attendibile su questo metodo è quella effettuata dall’università di Modena-Reggio Emilia con l’ospedale San Raffaele di Milano e ha aggiunto anche che il metodo Stamina non ha alcun valore scientifico.

CL 

Un grosso buco coronale sul Sole potrebbe provocare aurore a latitudini più meridionali del solito

Le aurore potrebbero essere avvistate anche al Nord Italia?

Nella giornata di ieri c’è stato un grosso buco coronale  nell’Emisfero Nord Solare, così come afferma anche il Nasa Solar Dynamics Observatory. Un buco coronale è una zona più fredda e più scura rispetto alle circostanti ed è un punto dove le linee di forza del campo magnetico si aprono, permettendo un maggiore afflusso di particelle solari  verso l’esterno. Quali sono gli effetti sulla Terra?

Le aurore si verificheranno alatitudini molto più meridionali del solito e potrebbero essere viste anche dalle popolazioni Europee, specialmente quelle del Nord (Inghilterra, Irlanda, Norvegia, Svezia ecc.). Qualche aurora potrebbe “spingersi” anche più in alto e chissà magari lambire ilNord Italia nel periodo attorno al 15-17 Dicembre, ma non è un ipotesi certa, tutt’altro. Avvistamenti di aurore in Italia sono infrequenti, molto rari. Le ultime segnalazioni di aurore in Italia risalgono all’Aprile 2000 ed all’Ottobre 2003. 

http://www.centrometeoitaliano.it/un-grosso-buco-coronale-sul-sole-potrebbe-provocare-aurore-a-latitudini-piu-meridionali-del-solito-6310/

Tempesta di neve intensa sul Nord Est degli USA in arrivo 110 milioni di persone coinvolte

Una forte tempesta di neve, Blizzard, sta per interessare il Nord Est degli Stati Uniti muovendosi da ovest verso est ed andando ad interessare le città di Chicago e Boston nonchè, in maniera più marginale, New York già interessata dalle nevicate in queste ore. L’areale coinvolto è molto vasto e coinvolgerà più di 110 milioni di persone. Particolarità del peggioramento sarà la matrice molto fredda delle masse d’aria. Quindi il gelo rappresenterà una ulteriore insidia. Sono state diramate allerte per quanto attiene la circolazione stradale e per gli aeroporti.

Sono previsti accumuli superiori ai 30 cm in poche ore su tutto il Nord Est con epicentro fra le città di Boston e di Chicago. Saranno coinvolte dalla tormenta anche New York, Detroit, Philadelphia, Washington, Cleveland ed Indianapolis. Previsti ritardi e cancellazioni dei voli in molti aeroporti delle metropoli coinvolte. Come anticipato il blizzard lascerà dietro di se temperature molto rigide che potranno agevolmente attestarsi sotto i -10°C in molte zone.

http://www.centrometeoitaliano.it/tempesta-di-neve-intensa-nord-est-usa-in-arrivo-110-milioni-di-persone-coinvolte-14-12-2013-6471/

Movimento Presidi 9 dicembre, infiltrazioni violente, ma gli organizzatori non ci stanno

Intervista a uno degli organizzatori della protesta: Luigi Tenderini

Luigi Tenderini nato a Torino il 14 gennaio 1975 sposato con 3 figli vive a Ceriale provincia di Savona, ha dovuto chiudere la sua attività a causa della crisi ora si arrangia come può ed è un precario come tutti. Da sempre è un valsusino e lottatore contro la TAV e non ha mai avuto una tessera di partito né di destra e né di sinistra ha fatto sempre e solo battaglie per il popolo ma mai attraverso la politica di nessun tipo. Il Movimento dei Presidi 9 dicembre è nato dalla collaborazione del web fra tanti contatti e amici e Luigi con la pagina ‘Catena Umana attorno al Parlamento’ ha collaborato a questa iniziativa in coordinamento con altri rivoluzionari pacifici del web che a loro volta posseggono ulteriori pagine di informazione civile e sociale. Tenderini ha recentemente dichiarato di avere avuto questa idea per sradicare l’attuale classe politica che sta strozzando l’Italia e il popolo italiano e si è dissociato con forte determinazione dalle infiltrazioni fasciste e violente che si stanno insinuando nella iniziativa dei presidi in tutta la nazione. Attualmente le attività del Movimento dei Presidi sono concentrate soprattutto al nord e centro nord Italia ma si vanno sempre più moltiplicando a macchia di leopardo. Secondo Tenderini come in ogni iniziativa che riceve risalto mediatico e popolare, il pericolo di infiltrati facinorosi c’è sempre e purtroppo si è verificato anche in questo caso. In un comunicato stampa recentissimo, lo stesso Tenderini ha esortato le forze dell’ordine e le autorità competenti sia a individuare i violenti e fascisti e sia a perseguirli penalmente per apologia del fascismo. Il suo è un movimento di iniziativa popolare che nulla ha a che vedere con le frange violente di un sistema politico ai margini che non attende altro che uno spunto qual che sia per potersi aggrappare e di cui approfittare per le mire di pochi megalomani che mirano soltanto ad avere in pugno la situazione per poter far ridiventare il nostro Paese uno Stato soggiogato dalla dittatura. Nell’intervista che segue, Luigi Tenderini spiega molto bene le motivazioni e le aspettative pacifiche della protesta.

CL – i presidi che state facendo sono tutti legali e autorizzati?

LTil 13 dicembre scadeva la autorizzazione per i presidi già esistenti e abbiamo invitato tutti coloro che non hanno a che fare con i gruppi violenti dell’estrema destra a rinnovare le richieste presso le Questure di zona

CL – Luigi Tenderini, chi sei, cosa ti muove a ribellarti alla TAV e contro il governo attuale?

LTho iniziato nel 2005 al fianco con i valsusini perché la sono nato e ho dato una mano con Ferrentino ex leader (poi uscito ) alla grande marcia tra Nusosleno e Susa i NO TAV sono gli unici veri lottatori in Italiaè come la guerra di Davide contro Golia anche se oggi si sono insinuate delle frange troppo estreme ma la battaglia continua e non finisce qui

CL – la manifestazione dei presidi del 9 dicembre è stata da più parti tacciata di avere una radice di estrema destra, altri invece l’hanno voluta fatta passare come l’iniziativa di pochi e sparuti gruppi di cittadini. In realtà cosa è stata veramente e quali sono le motivazioni che vi hanno spinto ad organizzarla?

LTtutto è iniziato dai social network e in poche ore siamo riusciti ad invadere il web senza di noi Mariano Calvani la Life non avrebbero fatto nulla il problema è che non sapevamo che si erano insinuati fra noi e che questi volevano farsi belli con il lavoro degli altri, queste sono pericolose derive di estremismo di destra noi abbiamo sostenuto e continuiamo a farlo, tutti i presidi pacifici sparsi per l’Italia e gli studenti in particolare li stiamo esortando a rimanere autonomi

CL – c’è stato e c’è tutt’ora dunque un tentativo di manipolazione e infiltrazione dell’estrema destra rispetto alla vostra iniziativa, per magari operare un colpo di stato?

LTesattamente così erano le voci che c’erano ma come sempre quando ci sono eventi sul social è inevitabile che si verifichino questo tipo di cose. Infiltrati di Forza Nuova, Casa Pound e Ultrà e non possiamo accettarlo. Abbiamo dunque fatto una scelta, quando abbiamo scoperto che c’erano queste infiltrazioni con tentativo di colpo di stato ad opera di personaggi che hanno sfruttato tutta la situazione, ora chi se piglia la responsabilità degli studenti picchiati? Lo stesso Danilo Calvani dovrebbe prendersela ad esempio. Dovevamo scegliere dunque o di fermare tutto o di portare avanti la protesta cercando di stare solo con quelle persone perbene che non avevano altri fini perché c’è gente fra noi che ci crede e sta facendo i presidi da 3 giorni sfidando il gelo e non vogliamo dare alcuno spazio a coloro che vogliono fare la marcia su Roma. Noi vogliamo circondare pacificamente e con le persone giuste il Parlamento finché l’attuale politica non si fermerà. Non possiamo cambiare l’Italia mettendo dei delinquenti al governo tramite un colpo di stato di tipo violento e capitanato da folli megalomani. La casta viene cacciata dal popolo e non da certi personaggi arrivisti che ne vogliono approfittare della situazione da noi generata

CL – da chi è stata organizzata la protesta?

LTla protesta è stata organizzata dai cittadini del social network e all’inizio pensavamo tutti quanti che si potesse trattare di una iniziativa senza strumentalizzazioni politiche tanto meno di estrema destra. Non permettiamo assolutamente derive così pericolose. Le forze di polizia devono individuare tutti questi elementi facinorosi e non si va a Roma finché non ci sarà un movimento spontaneo dei cittadini e non dell’estrema destra politica e facinorosa oltre che violenta. Fra coloro che stanno nei presidi autorizzati non c’è nessuno che è interessato a questo tipo di cose

Infine, Luigi Tenderini ha continuato con una dichiarazione a braccio per concludere l’intervista:

Stiamo cercando con tutte le nostre forze di fare isolare tutte le frange di estrema destra e l’obiettivo ultimo è assedio al parlamento in maniera pacifica. Gli organizzatori della protesta siamo noi: Luigi Tenderini NO TAV e Catena Umana Iintorno al Parlamento pagina di facebook, poi c’è Fabrizio Greco della pagina Tutto il Web d’Italia e della pagina Maxi Protesta, e altre persone che comunque hanno enormi pagine in quanto a numero di iscritti su Facebool, poi ancora, notiziario 3e60 di Pietro Manca che uno degli zoccoli più duri del social facebook e poi: Pietro Cinico della pagina Il Popolo non si piega ma si ribella oltre anche alla pagina di Puttanaio. Queste sono le entità e le persone da cui è nata la protesta e nessuno di noi ha a che vedere con ambienti violenti, facinorosi e di estrema destra. Il popolo italiano a differenza degli altri popoli è stato soggetto di un lavoro di rincoglionimento fatto in 40 anni e siamo tutti smarriti nel cercare di capire cosa ci stanno facendo e come ce l’hanno fatto. Non dobbiamo distruggere dobbiamo portare la gente in piazza per svegliarla e fare assedi pacifici e non dare alcuno spazio alla violenza sappiamo che c’è 1 milione di persone che ruotano attorno alla casta, bisogna azzerare tutto, ritornare padroni della nostra moneta disconoscere il debito pubblico e ricominciare a produrre i prodotti della nostra terra esportandoli senza i limiti che impone la comunità europea solo così ci potremo salvare e dovremo riformare la sanità, la giustizia e la casta oggi si regge sui mass media nazionali è un cartello di potere creato da persone esperte questo sistema regge drammaticamente col consenso della gente che guarda la televisione tutto è una truffa e non ci rendiamo conto di quello che ci stanno facendo il web serve ad informare in maniera diversa e un’Italia nuova nasce solo se i cittadini vengono a conoscenza di quello che ci stanno facendo. Noi in Italia abbiamo bisogno di gente come Berlinguer e Pertini, ci servono uomini di stato, serve di ricordarci chi siamo, siamo stati maestri nel mondo di diplomazia e comunicazione, con l’omicidio di falcone lo stato italiano è morto con lui. Quando uno stato fallisce i ladri portano via il bottino e i ladri sono un manipolo di delinquenti italiani che per farla franca hanno capito che dovevano assecondare l’Europa e dopo di ché se ne sono lavati le mani. Sono stati stanziati dall’Europa anche miliardi di euro per far ripartire le aziende del nord che se ne sono andate all’estero a creare lavoro. Con il meccanismo della legge di stabilità l’Italia si è impegnata a versare 125 miliardi di euro per il fondo salva stati e noi ne abbiamo versati circa 75 poi ci vengono a chiedere i sacrifici agli italiani. Se un padre di famiglia facesse come lo stato italiano vivrebbe solo di debito ma il debito dell’Italia a chi bisogna ridarlo? Ci sono pochi personaggi al mondo che manipolano il mondo intero attraverso questo debito. Se gli individui ridiventassero padroni di loro stessi e le nazioni ricominciassero a stampare la loro moneta non riconoscendo la legittimità di tale debito. Se l’Italia ancora si regge in piedi bisogna ringraziare gli italiani, gente che per 50-60 anni hanno risparmiato i soldi centesimo per centesimo e stanno dando i soldi ai loro figli i nonni quei pochi che ancora prendono la pensione e con questo le famiglie riescono ad andare avanti. Questo sistema non va più bene, a chi non paga la casa per mancanza di lavoro cosa gli diamo in cambio quando perdono la casa? Ed ecco perché la gente si sta ammazzando, questi sono omicidi di stato. Uscire dal web e andare in piazza e generare i presidi era un’idea buona per uscire dal virtuale ed entrare nella vita reale e fare la manifestazione per le strade. Bisogna isolare gli elementi violenti di estrema destra e questo è compito della polizia e delle istituzioni noi possiamo aiutarli ad individuarli. Tutto in Italia va ripensato cominciando dalla scuola, io ho 3 figli e mi chiedo cosa ci vanno a fare a scuola? Con la mancanza di lavoro e di casa i giovani sono allo sbando e divengono preda di questi estremismi che si rifanno al nazi-fascismo e la scuola invece dovrebbe educarli, ma lo stato non dovrebbe essere assente e ignavo davanti al disagio dilagante che c’è oggi. C’è ormai uno squilibrio tra chi ha troppo e chi non ha più niente. Ora più che mai ci servono uomini di stato come Pertini, moro e Berlinguer che facciano gli interessi dello stato e delle persone e muovere nuove speranze per il popolo italiano. Purtroppo noi italiani siamo il paese più disunito del mondo ma bisogna colpire il sistema e colpire in maniera pacifica e tornare sovrani del nostro stato e delle nostre risorse.

Carla Liberatore 

Storica nevicata in Egitto, imbiancate le piramidi di Giza!

(AGI) – Il Cairo, 14 dic. – Dopo Gerusalemme, anche alcuni sobborghi del Cairo sono stati imbiancati da una nevicata caduta a sorpresa, dopo anni di assenza nell’area. La regione mediorientale e’ stata colpita da una violenta perturbazione, con l’Egitto segnato da temperatura in forte discesa da mercoledi’ e piogge torrenziali in diverse zone del Paese. “E’ la prima volta in molti anni” che la neve scende sulla periferia del Cairo, ha confermato un funzionario dell’ufficio meteorologico.

Altri quartieri della capitale egiziana hanno visto un leggero nevischio, mentre nellaPenisola del Sinai, per la prima volta in decenni, diversi centimetri di neve hanno imbiancato le montagne nella zona del monastero di Santa Caterina. Un velo bianco e’ sceso anche sulla citta’ costiera di Ras al-Bar mentre solo un leggero nevischio si e’ registrato ad Alessandria dove le autorita’ hanno chiuso per il terzo giorno consecutivo il porto per il cattivo tempo e i forti venti.

http://www.agi.it/estero/notizie/201312131643-est-rt10224-egitto_per_la_prima_volta_da_anni_neve_al_cairo_e_in_altre_zone

http://terrarealtime.blogspot.it/2013/12/storica-nevicata-in-egitto-imbiancata.html